Produzione del Patè di olive nere del Salento e come usarlo a tavola

Produzione Patè di olive nere del Salento e come usarlo a tavola

Devi organizzare un aperitivo e degli stuzzichini per i tuoi amici e vuoi stupirli? Vuoi deliziarti con una cena dai sapori unici e inconfondibili o semplicemente devi velocemente preparare un pranzo per tutta la famiglia? In questo caso avere in casa una scorta di patè di olive nere del Salento può essere la soluzione a ogni dubbio!

La storia del patè di olive nere del Salento

Il termine patè deriva dal francese e vuol dire pasticcio spalmabile. Tradizionalmente veniva preparato il patè utilizzando delle carni, la storia di questo pasticcio di carni è molto antica e viene fatta risalire già agli antichi Egizi e ai Romani. Furono gli Israeliti ad imparare in Egitto la tecnica per ingrassare gli animali e poi utilizzare il loro fegato per realizzare un pasticcio, nel tempo la storia si è evoluta fino ad arrivare ad oggi.  Ben presto il patè non venne più realizzato  solo con interiora o fegato di animali, ma anche con molti vegetali e in particolare con le olive nere del Salento che spiccano per il loro sapore  e permettono di realizzare un prodotto dal sapore unico ed inconfondibile.

La storia del patè di olive è anch’essa molto antica, infatti è possibile ritrovare tracce di questa ricetta in scritti di Caton che descriveva una salsa preparata in Gallia con olive verdi e nere denocciolate a cui venivano aggiunte erbe aromatiche. Le ricette preparate oggi prevedono invece l’uso soprattutto di olive nere, queste infatti hanno un sapore più deciso e inoltre sono ricche di antiossidanti. L’Azienda Olearia Schirinzi preferisce una preparazione a base di olive Leccine conosciute per le loro proprietà organolettiche e perché giunte a maturazione hanno un gusto particolarmente dolce e di conseguenza sono perfette per accompagnare aperitivi e primi piatti.

Come si prepara il patè di olive nere del Salento

Il patè di olive nere del Salento dell’Azienda Olearia Schirinzi viene realizzato con ingredienti semplici e allo stesso tempo preziosi perché selezionati con cura scegliendo le migliori produzioni. Si usano solo olive Leccine, le più sane, selezionate accuratamente per dare ai clienti un prodotto pregiato. Le stesse vengono denocciolate, i noccioli possono comunque essere utilizzati per la produzione dell’olio, e quindi sottoposte al processo di frantumazione. Vengono ridotte in poltiglia in modo da ottenere una crema spalmabile dalla consistenza piacevole. A questa preparazione base viene aggiunto olio extravergine di oliva di eccellente qualità, aglio, ovviamente tritato finemente, origano e sale.  Il patè viene quindi distribuito in vasetti sigillati e pastorizzati in modo da poter catturare e conservare nel tempo gli odori e i sapori di questo prodotto unico della tradizione. Basterà aprire un vasetto per essere inebriati dell’essenza del patè.

Come si prepara il patè di olive nere del Salento

Abbinamenti del patè di olive nere Leccine pugliesi

Il consumo classico del patè di olive nere del Salento è quello in abbinamento alle bruschette o a piccole tartine, diventa in questo modo un piatto unico, da decorare a piacimento con foglioline di prezzemolo, olive, pomodori secchi e che è in grado di rendere unico ogni aperitivo o antipasto.  Il patè di olive nere del Salento può essere abbinato anche ai taralli tipici pugliesi o ai grissini.

Gli usi però non finiscono qui perché sempre più persone arricchiscono con questo ingrediente la classica pasta alla cenere. Basta cuocere della pasta aggiungere un po’ di gorgonzola, panna e patè di olive Leccine per avere un piatto incredibilmente buono, veloce e semplice da preparare.  Il patè può essere utilizzato anche come farcitura per dei rustici mignon, anche in questo caso si può avere un aperitivo stuzzicante e gustoso in poco tempo. Con questo prezioso ingrediente si può realizzare anche un particolare pane che risulterà morbido e gustoso, da leccarsi i baffi. Basta seguire la propria ricetta preferita per il pane e dopo aver fatto lievitare il panetto, lo stesso deve essere steso molto sottile. A questo punto si spalma il patè di olive nere del Salento e si arrotola creando un filoncino. Il risultato sarà davvero sorprendente, soprattutto se provate a gustarlo con salumi. Queste sono solo alcune possibili preparazioni, basta scatenare la fantasia per avere ogni giorno piatti nuovi e gustosi.

Abbinamenti del Patè di olive Leccine pugliesi

Conclusioni: Dove trovare patè di olive nere Leccine squisito e di qualità

Affinché ogni piatto riesca al meglio è essenziale scegliere del patè di olive nere del Salento di qualità.

L’Azienda Olearia Schirinzi ora propone tra i suoi oli extravergini di oliva anche il patè in vaso da 200 gr., questo viene realizzato solo con le migliori olive Leccine, raccolte al giusto grado di maturazione e lavorate in tempi brevi per imprigionare sapori e odori. Gli ingredienti aggiunti, come l’aglio e l’origano sono prodotti esclusivamente da aziende locali affidabili e serie, in questo modo si ottiene un patè di olive nere Leccine di qualità e che farà impallidire ogni ospite.

Per provare e degustare il patè di olive non resta che venire in azienda, nel punto vendita che si trova a Carmiano in provincia di Lecce, oppure si possono ordinare online i patè di olive tramite lo shop e riceverli direttamente a casa in sicurezza e tranquillità.

Acquista online sul nostro shop

Acquista subito il Patè di olive nere del Salento sul nostro shop online VenditaOlioPuglia.com con spedizioni gratuite in tutta Italia e promozioni speciali in base al periodo.

Listino prezzi ingrosso riservato B2B

* Attenzione solo per Partite Iva *
Procedi alla richiesta di listino prezzi ingrosso se svolgi attività commerciale di distribuzione o ristorazione.

Altri articoli correlati che ti potrebbero interessare:

Orecchiette pugliesi Senatore Cappelli: ecco come prepararle Le orecchiette pugliesi sono uno dei formati tipici di pasta conosciuti in tutto il mondo. Ovviamente sono in tanti a produrle, ma per avere un prodotto di qualità occorre selezionare le materie prime. La pasta...
Pasta Foglie di Ulivo verdi agli spinaci: ecco come prepararla Gli italiani a tavola possono rinunciare a tutto, ma non alla pasta e per un primo piatto sfizioso e allo stesso tempo nutriente c’è la pasta Foglie d'Ulivo verdi agli spinaci pugliesi, da preparare ovviamente ...
Cosa fare dell’olio di oliva dopo la frittura in cucina Tutti amano le fritture, ma dopo sorge un problema: cosa fare dell’olio di oliva dopo la frittura? Molte persone scelgono gli scarichi della cucina o del bagno, ma è un errore! Ecco cosa fare... Perché è impor...
Olio per fritture: come sceglierlo per fritti da leccarsi i baffi L'olio per fritture dell'Azienda Olearia Schirinzi è un olio di qualità, di categoria fruttato, con un sapore delicato in grado di dare croccantezza all'esterno, senza coprire i sapori, ma esaltandoli al massim...

Rimani aggiornato

Ricevi le news sui nostri prodotti e offerte speciali mettendo Mi Piace alla nostra fanpage Facebook!

Azienda Olearia Schirinzi